Il Metal

L'heavy metal, che per abbreviare viene chiamato metal, è un genere musicale che deriva dall'hard rock ed è caratterizzato da ritmi fortemente aggressivi e da un suono potente, ottenuto attraverso l'amplificazione delle chitarre, dei bassi, e delle voci. Esistono molti stili e sottostili dell'heavy metal; esistono sottostili più commerciali e altri più melodici, ed altri da sonorità estreme. Seguici su Eagle Sera Music per saperne di più!



Già molto popolare negli anni settanta ed ottanta, il metal ha continuato ad avere successo nei decenni seguenti e si è inoltre diversificato in numerosi sottostili. Moltissimi sono gli artisti e i gruppi metal. I primi ad utilizzare il metal in un brano musicale furono gli Steppenwolf con il brano "Born to Be Wild", pubblicato nell'omonimo album del 1968 e inclusa nella colonna sonora del film "Easy Rider"; in questo brano compare la frase "heavy metal thunder" ( che significa "tuono sferragliante") con riferimento al rombo della ferraglia delle moto bicilindriche usate dai riders. Molti dei primi esponenti del metal, tra cui spiccano i nomi dei "Led Zeppelin", dei "Deep Purple" e dei "Blue Cheer", ebbero origine negli anni sessanta a Birmingham, importante centro industriale inglese. Alcune biografie dei "The Move" affermano che l'espressione derivi direttamente dai pesanti riff di chitarra della band. Il critico Lester Bangs, nella recensione di un concerto del 1971, utilizzò l'espressione "heavy metal music" per descrivere il sound sferragliante delle esibizioni live dei Blue Öyster Cult. "Sandy Pearlman", l'originale produttore, manager e compositore della band, sostenne di essere stato il primo ad applicare l'espressione heavy metal alla musica rock nel 1968 riferendosi ad "Artificial Energy", brano di apertura dell'album dei the Byrds: "The Notorious Byrd Brothers". In realtà pare che il primo uso documentato della parola heavy metal per descrivere le sonorità di una band risalga allo stesso 1970, quando il magazine musicale "Creem", in una recensione dell'epoca, definì con tale denominazione i "newyorkesi Sir Lord Baltimore". La parola "heavy" era entrata nel gergo "beat" qualche tempo prima, ma il riferimento alla heavy music era tuttavia già comune. Ne è un esempio l'album di debutto degli "Iron Butterfly", intitolato "Heavy", del 1968. Sebbene alcuni considerino brani come "Helter Skelter", del 1968, dei "Beatles", i primi brani heavy metal, il genere è nato da uno sviluppo ed arricchimento di una miscela tra blues e rock, e fondò le proprie origini nelle band hard rock che, nel periodo tra il 1967 e il 1977, inondarono il blues e il rock creando un nuovo genere musicale caratterizzato da un suono grintoso, basato sull'apporto costante di chitarre distorte, voce urlante e batteria incalzante. Se nei tardi anni sessanta il termine heavy metal poteva essere usato come aggettivo in alcuni casi per definire parte della musica popolare, nei primi anni settanta cominciò a diventare un vero e proprio sostantivo e quindi un genere riconosciuto. C'è chi dice che a dare ufficialmente inizio alla nascita dell'heavy metal fossero molto probabilmente i britannici "Led Zeppelin": inizialmente indirizzati su brani di ispirazione blues suonati più pesantemente ed energicamente che, ogni altro, crearono uno stile epico ispirato da molte fonti musicali. Il vero successo dell'Heavy Metal avvenne tuttavia con i "Black Sabbath", quando uscì il loro primo album e la gente udì per la prima volta i suoni distorti di "Tony Iommi", i cui riff di chitarra oscuri e profondi generarono un mondo di fantasia ossessionato da droghe, morte e occulto. La storia del metal ha inizio quando Tony Iommi, il chitarrista dei Black Sabbath, finì per avere due falangi amputate per colpa di un incidente in fabbrica. Senza arrendersi, si creò da solo delle protesi in plastica e, siccome le corde gli facevano male alle dita, ne comprò di differenti ed abbassò l'accordatura, ottenendo il suono caratteristico dei Black Sabbath. Intanto, il cantante "Ozzy Osbourne", aveva fatto dono di un libro scritto in latino che parlava di magia nera al bassista del gruppo, Geezer Butler, il quale quella notte, forse in preda ad una paralisi del sonno, vide di fronte al suo letto una figura nera ed alta che lo indicava: narrando ciò ad Ozzy, gli diede l'ispirazione per la omonima canzone del gruppo. Il sound che segnò la nascita dell'hard rock e dell'heavy metal venne tuttavia definito nel 1970 con la pubblicazione di "Led Zeppelin II" dei Led Zeppelin, "Paranoid" dei Black Sabbath e "Deep Purple In Rock" dei Deep Purple. Benché esistano molti dibattiti, questi tre gruppi musicali sono generalmente considerati come le prime band del Metal. Nel 1971 i Led Zeppelin pubblicarono un album senza titolo, oggi chiamato "Led Zeppelin IV", il quale conteneva il testo di un'unica canzone: "Stairway to Heaven". Nel corso degli anni molti hanno identificato l'heavy metal come il primo sottostile del metal che rappresenterebbe il genere originario. Questa tesi è considerata errata in quanto il termine "heavy metal" si riferisce ad un gruppo di generi musicali, e "metal" sarebbe quindi semplicemente un'abbreviazione di "heavy metal", e non la denominazione di un genere differente. L'heavy metal rappresenterebbe, quindi, il genere principale, che a sua volta comprenderebbe gli altri sottostili.


Crea il tuo sito web gratis!